Navigare necesse est, vivere non necesse. La psicanalisi al rischio della ricerca
0 0
Risorsa locale

Sias, Giovanni

Navigare necesse est, vivere non necesse. La psicanalisi al rischio della ricerca

Abstract: La ricerca nel campo psicanalitico soffre ormai da almeno cinquant'anni di un'asfissia evidente determinata da alcuni fattori che queste mie considerazioni vogliono prendere in esame. Il tentativo dichiarato, ma soprattutto auspicato, è di sollecitare un dibattito che rilanci, a livello europeo, e soprattutto fra le giovani generazioni, la passione per la ricerca in un dominio occupato ormai quasi esclusivamente da epigoni e da asfittiche scuole che solo sembrano essere in grado di obbligare alla standardizzazione del linguaggio e a pegni di fedeltà e sottomissione. Le associazioni psicanalitiche hanno rinunciato alla ricerca, a ogni avventura conoscitiva, per ricuperare una più acquietante dimensione religiosa che confermi il loro potere sul "gruppo" degli adepti, rinnovando continuamente le icone della sottomissione.


Titolo e contributi: Navigare necesse est, vivere non necesse. La psicanalisi al rischio della ricerca

Pubblicazione: Polimnia Digital Editions, 02/04/2021

Data:02-04-2021

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB/PDF con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 02-04-2021

La ricerca nel campo psicanalitico soffre ormai da almeno cinquant'anni di un'asfissia evidente determinata da alcuni fattori che queste mie considerazioni vogliono prendere in esame. Il tentativo dichiarato, ma soprattutto auspicato, è di sollecitare un dibattito che rilanci, a livello europeo, e soprattutto fra le giovani generazioni, la passione per la ricerca in un dominio occupato ormai quasi esclusivamente da epigoni e da asfittiche scuole che solo sembrano essere in grado di obbligare alla standardizzazione del linguaggio e a pegni di fedeltà e sottomissione. Le associazioni psicanalitiche hanno rinunciato alla ricerca, a ogni avventura conoscitiva, per ricuperare una più acquietante dimensione religiosa che confermi il loro potere sul "gruppo" degli adepti, rinnovando continuamente le icone della sottomissione.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.